L’amore al tempo dei Voucher uno spaccato sull’Italia dei giorni nostri

Spread the love

L’amore al tempo dei Voucher uno spaccato sull’Italia dei giorni nostri dove per sopravvivere devi fare due cose:studiare oppure partire.

l'amore al tempo dei voucher
l’amore al tempo dei voucher

E’ sempre bello ricevere un libro, è come se quella persona ti donasse una parte del suo cuore…in questo caso due. Leggere questo libro è stato un’emozione unica, a tratti ho pianto altre volte ho riso, da sola al calduccio della mia copertina in pile leopardata. Era il periodo perfetto per questa lettura, fuori piove, in mano una tazza calda di tisana al Biancospino…

TRAMA:

Tra colloqui di lavoro finiti male, una tesi di laurea in cui l’imprevisto è sempre in agguato, assunzioni in nero, voucher dal valore poco chiaro e serate in cui libertà è la parola d’ordine, si intrecciano le storie di cinque giovani distanti tra loro per classe economica e non solo, ma accomunati da personalità eccentriche, spavalde e fragili, in un crescendo di sentimenti confusi che vanno alla sola ricerca del «chi è giusto per chi?». Uno spaccato sulle attuali difficoltà di inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, dove l’amore insegue tutti per collegare il passato di ognuno a un futuro che, per vedere uno spiraglio di luce, dovrà per forza affrontare il buio del presente. A fare da cornice genitori dalla mentalità chiusa e autoritaria, ma colmi di segreti che non aspettano altro che venire a galla al momento giusto: ogni cosa a suo tempo.

LE MIE IMPRESSIONI:

Mi sono immedesimata molto in questo libro, anche io ho dovuto lasciare la mia amata terra per trovare lavoro. Ho avuto la fortuna di avere dei genitori dalla mentalità aperta però. Purtroppo non è così per tutti e , alla difficoltà di trovare un lavoro che ci dia indipendenza, si accompagna quel muro che si forma tra figli e genitori. La scrittura è coinvolgente, scorrevole. Personaggi e luoghi sono ampiamente descritti, talmente tanto da renderli palpabili. Ambientazione davvero realistica, il territorio descritto è la Calabria, dal quale i giovani scappano per poter trovare un lavoro o per studiare. Purtroppo tutto il sud Italia, isole incluse, sta perdendo la maggior parte dei suoi talenti per questo motivo. Le vite dei personaggi si intrecciano in un unico nodo comune, l’amore.

E’ scritto a quattro mani e, secondo me, i due scrittori hanno anime compatibili perchè lo hanno reso omogeneo e non si notano i due stili. Penso che questo sia uno dei libri da portarci appresso, conservare con cura e rispolverare quando avremo dei nipoti. Per raccontare loro quante difficoltà e delusioni abbiamo vissuto. Per raccontare loro com’era realmente l’Italia, fuori dai libri scolastici.

Ringrazio Loredana e Beppe per avermi regalato una bellissima emozione che terrò gelosamente nel cuore.

Facebook Comments

Precedente Ogni persona porta legato al proprio dito il filo rosso del destino Successivo Sei un Magazine e cerchi un'articolista? Leggi il mio post